CHI SIAMO

IRENE GIANESELLI

Irene Gianeselli (1997) è giornalista, scrittrice e pianista. Specializzata con la Laurea Magistrale in Scienze dello Spettacolo presso l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” conseguita con il massimo dei voti e Lode con una tesi sperimentale sul Teatro di Pier Paolo Pasolini sotto la guida del Ch.mo Prof. Giuseppe Bonifacino, dal 2017 è critico cinematografico del SNCCI.

 

​Nel luglio del 2016 fonda e diventa presidente dell’Associazione Culturale Felici Molti ispirata a Il mondo salvato dai ragazzini di Elsa Morante da cui è nata nel 2017 la Compagnia dei Felici Molti. Incontra Carlo Cecchi e da lui apprende le regole del gioco del Teatro. Nel suo percorso è fondamentale il rapporto con la drammaturgia di Enzo Moscato e con il lavoro attorale di Luigi Mezzanotte. Di Enzo Moscato ha curato la recente pubblicazione dei testi Compleanno e Festa al celeste e nubile santuario raccolti in volume per Florestano Edizioni con i contributi di Isa Danieli, Cristina Donadio, Armando Pugliese e altri interpreti delle opere dello stesso Moscato.

 

Quattro volte semifinalista al Premio Campiello Giovani ha pubblicato due raccolte di racconti Lo spazio intorno (Stilo Editrice, 2015) e Preghiera di novembre (Florestano Edizioni, 2017).

 

È giornalista per la testata online Polytropon Magazine.

 

Nel 2019 ha proposto un primo studio del monologo pasoliniano Un pesciolino ed ha pubblicato il suo primo saggio La Poesia che il Mondo non cambia. Il mondo salvato dai ragazzini da Elsa Morante a Pier Paolo Pasolini e una conversazione con Carlo Cecchi (Florestano Edizioni). 

 

Nel 2021 il suo dramma per voci ALCESTI. COME SE NIENTE FOSSE è selezionato tra le drammaturgie emergenti nella Biblioteca virtuale del progetto Pubblicazioni del Teatro i di Milano.

 

Ha ideato e dirige sin dal 2016 il Festival Conversazioni - La letteratura è di scena nato con l’obiettivo di proporre le storie più originali nel panorama letterario e teatrale facendole vivere attraverso gli adattamenti scenici degli autori stessi, degli attori e dei dramaturg. Il progetto è coordinato scientificamente dai Prof. Giuseppe Bonifacino, Prof. Pasquale Guaragnella (per la Letteratura e il Teatro – UniBa), Prof. Rino Caputo (Università di Roma - Tor Vergata).

È la vincitrice del XIX Premio Fabrizio De André per la Poesia.